Crea sito
Domenica, Novembre 17, 2019

Pastorale Sociale

     La Parrocchia, quale famiglia ecclesiale, lotta in prima linea per i problemi sociali che affliggono questa comunità, facendosi portavoce per i diritti negati presso le istituzioni. La zona a pochi passi dalla sede del Governo Regionale, è infatti negli ultimi decenni tristemente nota come area particolarmente disagiata, con tassi di dispersione scolastica,
disoccupazione giovanile e ragazze madri tra i più elevati in città.

La pastorale sociale è guidata dal parroco e vede impegnati i rappresentanti  delle realtà parrocchiali come Confraternite, Caritas, Associazioni, operatori volontari e semplici parrocchiani. Il gruppo, tra l'altro, studia ogni forma di attività che possa portare allo    sviluppo socio culturale ed economico, ed è impegnato nell’idea di progettare e sperimentare nuovi percorsi di coinvolgimento dei soggetti, che facendo leva su tradizioni, vocazioni e punti di forza del rione e degli stessi giovani,  potessero offrire innovativi momenti formativi e di qualificazione anche  di tipo informale, per avvicinare concretamente al mercato del lavoro e  creare le professionalità effettivamente ricercate dal mercato.

 

 La Custodia del Creato



Educare, pensare e agire. La Bibbia si apre con Dio che lavora creando l’universo e pone l’uomo e la donna per coltivare e custodire, per promuovere nell’armonia e rendere sempre più bella la sua opera. Nel Credo ogni cristiano proclama con la bocca e il cuore, con la vita e la fede:«Credo in un solo Dio, creatore del cielo e della terra».
L’approccio cristiano alle tematiche ambientali parla anzitutto di creato, perché vede in Dio Padre, il creatore del cielo e della terra: «La fede, inoltre, nel rivelarci l’amore di Dio creatore, ci fa rispettare maggiormente la natura, facendoci riconoscere in essa una grammatica da lui scritta e una dimora a noi affidata perché sia coltivata e custodita» (Papa Francesco, Lumen fidei 55).

Leggi tutto...